Image

26-Jun-19 · Corpo e malattie organiche

Metereopatia, le cause e i rimedi

La metereopatia colpisce alcune persone quando cambiano le condizioni  metereologiche. Ecco come si manifesta e quali rimedi adottare.

La metereopatia è una vera e propria sindrome, cioè un complesso di sintomi o reazioni patologiche, che si manifestano quando c’è una variazione di uno o più fattori meteorologici, quali temperatura dell’aria, forza del vento, pressione atmosferica o precipitazioni.

Colpisce soprattutto le donne, i bambini, gli anziani, le persone che soffrono di allergie e le persone che hanno già una vulnerabilità psicologica, perché particolarmente emotive, ansiose o depresse. In queste persone, il sistema di adattamento interno non è sufficientemente efficace nel fronteggiare i mutamenti dell’ambiente esterno, e questo dà luogo a una serie di sintomi: malessere generale, irrequietezza, insonnia, cefalea, stanchezza, calo di concentrazione, dolori articolari, respiro corto, senso di peso allo stomaco. I sintomi sono presenti già alcune ore prima che arrivi la perturbazione e tendono a durare un paio di giorni. Esiste poi un disturbo dell’umore stagionale, detto SAD, che insorge in autunno e che è caratterizzato da tristezza, spossatezza, calo del desiderio sessuale, maggior appetito.

Si ipotizza che l’arrivo delle perturbazioni atmosferiche stimoli la produzione dell’ormone dello stress e allo stesso tempo induca una diminuzione delle endorfine, sostanze che funzionano da antidolorifici: ecco allora aumentare la percezione di dolori scheletrici e muscolari. Si diventa metereopatici in genere dopo i 50 anni, perché le difese dell’organismo cominciano a rallentare e perché si è più sottoposti a stress. La SAD, poi, sembra sia in relazione con la luce: la minor quantità di luce nel periodo autunnale e invernale comporterebbe una riduzione della serotonina, sostanza cerebrale responsabile del buon umore. Non a caso, la depressione ha un’incidenza maggiore nelle popolazioni che vivono a latitudini nordiche, in cui gli inverni sono più rigidi e le giornate sono più brevi con lunghi periodi di buio.

Un rimedio utile consiste nell’esporsi il più possibile alla luce, non solo quella naturale, ma anche quella di lampade che riproducono la luce solare; passare più tempo possibile all’aperto e fare attività fisica. Vengono utilizzati anche rimedi fitoterapici e fiori di Bach.  Da un punto di vista più psicologico, essendo la metereopatia tipica delle persone più emotive, ansiose e depresse, bisognerebbe trattare la causa originaria, ovvero il disagio psicologico. Le varie tecniche di rilassamento possono essere utili per attenuare i sintomi somatici.  Per contenere il malessere stagionale legato all’arrivo del grigiore autunnale e invernale, è importante mantenere anche in questa parte dell’anno quelle attività che durante l’estate procurano benessere e vitalità: ritagliarsi spazi di relax, programmare uscite, non tornare subito a casa dopo il lavoro ma fare un giro in città o magari una sosta al bar con amici. Infine, poiché comunque si passa più tempo al chiuso, è utile rendere la propria casa più accogliente e rilassante, utilizzando ad esempio lampade dalle luci calde e colorate.

Image

Signorina lei ha bisogno d'affetto

Leggilo su ISSU