Image

21-Jun-19 · Problematiche del bambino e dell'adolescente

Il bambino vittima di abuso sessuale

Le conseguenze emotive, i segnali di allarme e il sostegno psicologico negli abusi sessuali infantili.

L’abuso sessuale è il coinvolgimento in attività sessuali di soggetti immaturi e dipendenti, non ancora pienamente consapevoli delle loro azioni. Il minore viene sfruttato per il piacere sessuale dell’adulto e coinvolto in attività che turbano la normale costruzione dell’identità sessuale e la corretta percezione della propria corporeità. L’abuso sessuale può comprendere atti sessuali con contatto fisico, più o meno violento, o senza contatto fisico. Il danno maggiore dell’abuso non è comunque quello fisico, ma è la sopraffazione con cui l’adulto invade coi suoi prepotenti bisogni il corpo e la psiche del bambino.

Quali sono le conseguenze psicologiche dell’abuso sessuale infantile?

Il bambino non ha ancora la consapevolezza delle sue azioni e la capacità di scegliere e agire in piena coscienza. L’adulto, invadendo non solo il corpo ma anche la mente del bambino, confonde i suoi pensieri e i suoi sentimenti.

Il bambino è forzato a comportamenti sessuali impropri per il suo livello evolutivo, che distruggono la sua normale crescita sessuale. Si sente colpevole perché sa  di aver fatto qualcosa di sporco, intuisce che si tratta di qualcosa di strano di cui vergognarsi e su cui infatti gli viene imposto il segreto. A volte ne parla con freddezza o addirittura dice “L’ho voluto io”: è un tentativo di negare la sofferenza e la propria passività, di ridurre le emozioni per controllare il dolore. Può pensare di essere stato prescelto perché cattivo, o di essere privilegiato perchè  “eletto” per un gioco da grandi: si tratta in ogni caso di difese per negare la propria impotenza.

Quando l’abuso è un singolo episodio violento, è paradossalmente più facile superarlo. Il danno peggiore si ha quando l’abusante struttura una relazione d’affetto col bambino, o quando è un genitore o un familiare che il bambino ama e da cui è dipendente. Il piccolo cercherà  allora di conservare un’immagine buona, idealizzata dell’adulto da cui dipende, considerandosi responsabile dell’abuso e parte attiva della seduzione, pur di non provare il dolore, la rabbia e la confusione. Questo determina una confusione globale nella personalità della vittima

Il bambino abusato si sente tradito, manipolato, ingannato; si sente impotente, sviluppa sfiducia nelle persone e impara a non chiedere aiuto. Impara anche a negare la realtà dolorosa, a non riflettere e non indagare, ad essere accondiscendente.

Quali possono essere i  segnali indicatori di abuso sessuale?

Ci sono sintomi o comportamenti che possono indicare un abuso, ma non lo indicano con certezza; alcuni sono molto aspecifici e possono avere tutt’altre cause. Il sospetto di un abuso va quindi vagliato con estrema cura e attenzione, sulla base di indici molteplici. Possibili segni osservati in casi di abuso sono:

  • ferite e lacerazioni ai genitali
  • comportamenti ipersessualizzati, condotta provocatoria e seduttiva con gli adulti, approcci sessuali aggressivi con gli altri bambini
  • erotizzazione dei rapporti: il bambino impara ad usare il sesso per soddisfare bisogni non sessuali, come strumento per manipolare gli altri
  • giochi sessuali continuati, esibizione dei genitali
  • conoscenze sessuali eccessive per il livello evolutivo
  • paure, rifiuto per certe persone
  • fughe da casa, gravidanze
  • comportamenti antisociali
  • disturbi dell’apprendimento e della socializzazione
  • disturbi del sonno e psicosomatici
  • autolesionismo e tentativi di suicidio

Come si può accertare un abuso?

L’abuso sessuale sui bambini è un fenomeno molto inquietante da cui si tenta di difendersi con la negazione;  è invece importante che la vittima possa trovare un adulto disponibile ad ascoltarlo e ad accogliere le sue confidenze, per poi attivare le necessarie indagini.

Allo psicologo può essere richiesto di diagnosticare se sia avvenuto un abuso sessuale, attraverso una valutazione del bambino. Occorre un’attenzione particolare nel porre le domande al bambino, evitando di indirizzare le risposte e facendo in modo che racconti la storia con le sue stesse parole; si possono utilizzare il gioco, il disegno, le favole, a seconda dell’età. Indizi di un effettivo abuso sono: racconti dettagliati, ansia durante il racconto, coerenza della descrizione nel tempo, uso di vocaboli e frasi appropriati all’età, mentre il contenuto sessuale non lo è.

Come si può aiutare la vittima di abuso?

Il bambino va aiutato a ricostruirsi un’identità indipendente dal ruolo di vittima e dalla violenza subita. E’ importante mettere ordine nei ruoli di adulti e bambini, attribuendo realisticamente colpe e responsabilità: l’abusante dovrebbe scusarsi e pentirsi, mentre il bambino va sollevato da qualunque responsabilità, anche lasciandolo libero di perdonare o meno. Il minore non va mai criticato o colpevolizzato, ma va rinforzato nella sua autostima. Per quanto l’esperienza dell’abuso sia devastante, è tuttavia essenziale ricordare al bambino che essa è solo una parte della sua esistenza, sottolineando gli aspetti positivi e vitali su sui ricostruire il proprio senso di sé.

Image

Signorina lei ha bisogno d'affetto

Leggilo su ISSU